News

Data di pubblicazione: 1 Maggio 2018

Tipi di legno per arredamento

Il legno è il materiale per eccellenza nel campo dell’arredamento. Le strutture dei mobili (e spesso anche il loro aspetto), sono sempre state realizzate con esso, perché questo materiale tra le sue qualità intrinseche ha la resistenza, la robustezza e la duttilità di utilizzo. Il legno è un materiale naturale, nobile, forte e ci ricollega direttamente con la terra, dalla quale veniamo. Tenerlo in casa, nei mobili e nelle strutture, ci permette di creare dei legami indistruttibili nei secoli, di assaporare il calore e di ammirare colori e venature delle nostre origini. Per questo continua ancora oggi a essere presente in casa come scelta di stile e di carattere, di gusto e di estetica, oltre che di funzionalità e soprattutto resistenza. Canicattì Brunco MSC Porte, Canicattì Brunco MSC Porte, Canicattì Brunco MSC Porte, Canicattì Brunco MSC Porte, Canicattì Brunco MSC Porte, Canicattì Brunco MSC Porte

Esistono diversi tipi di legno: le differenti qualità derivano dalle “essenze“, ossia dal tipo di albero dal quale proviene, e dalla lavorazione che subisce. Ogni tipologia ha delle caratteristiche ben precise, sia estetiche che pratiche, necessita di una manutenzione diversa e viene impiegato per specifici usi e prodotti.

Vediamo quindi quali sono i principali tipi di legno, questo splendido materiale naturale, che vengono vantaggiosamente impiegate nel mondo dell’arredamento e della costruzione di casa.

Vale la pena di ricordare che il legno è formato da diversi elementi naturali e minerali. Solitamente la sua composizione è:

  • per il 2% di minerali e azoto
  • per il 6% di idrogeno
  • per il 42% di ossigeno
  • per il 50% di carbonio.

TIPI DI LEGNO PER CASA, MOBILI E ARREDAMENTO

Nell’arredamento di casa il legno trionfa in tutte le sue lavorazioni ed essenze; è utilizzato per tutti i tipi di mobili e di strutture di arredo, per i pavimenti (il celebre parquet e le sue varianti), talvolta anche per gli accessori. Soltanto i mobili realizzati completamente in acciaio o in materiali sintetici, non hanno componenti in legno.Canicattì Brunco MSC Porte

Ecco un breve elenco delle principali utilizzazioni dei vari tipi di legno per l’arredamento:

  • cucine, con strutture, rifiniture, ante, top, ripiani, che tuttavia possono essere accostati ad altri elementi in materiali diversi, anche artificiali e più “moderni”
  • librerie, mensole, etc
  • strutture rivestite in laminato, in vetro, o in altri materiali
  • complementi d’arredo, come mobili porta tv, vetrinette
  • scrivanie
  • tavoli e sedie
  • armadi contenitore, armadi guardaroba
  • letti e basi per materassi
  • pavimenti, i classici parquet
  • poltrone
  • divani
  • porte da interno e porte d’ingresso
  • infissi delle finestre
  • comodini
  • comò

Gli unici ambienti dove il legno è sconsigliato, se non prima adeguatamente trattato, sono il bagno, il terrazzo e il giardino; le temperature e l’esposizione all’acqua, all’umidità e al vapore, infatti, potrebbero danneggiare molto facilmente questo materiale ch, ricordiamolo sempre, è di origine organica. Tuttavia esistono tipi di legno già naturalmente predisposti e poi trattati appositamente per resistere all’umidità e all’acqua, come ad esempio il teak. Con queste particolari essenze sono quindi realizzati:

  • mobili da esterno, come ombrelloni, tavoli, sedie, sedie a sdraio, etc
  • gazebo da esterno
  • accessori per il bagno, come “tappeti” per la doccia o portaoggetti per la vasca.

VANTAGGI DEL LEGNO

Il legno offre indubbiamente un vasto elenco di vantaggi, anche se questi possono variare sensibilmente tra i diversi tipi di legno per l’arredamento, non solo per quanto riguarda le essenze, ma soprattutto per il tipo di lavorazione che subiscono. In generale i vantaggi di mobili o pavimenti costruiti con questo materiale sono:

  • estetica accogliente e “naturale”, calda;
  • resistenza; le strutture realizzate in legno sono capaci di sostenere grandi pesi e di resistere anche agli urti;
  • durata nel tempo;
  • prestigio nell’arredo, soprattutto se piace un’estetica di gusto classico.

Per l’intero articolo: Guidaconsumatore

Condividi questo post